Sessualità: 2 mogli su 10 tradiscono con una donna. Gay o bisex? No, bicurious

Home » Intrattenimento » Sessualità: 2 mogli su 10 tradiscono con una donna. Gay o bisex? No, bicurious

Di admin il 15 Luglio 2013. Nessun commento

Sempre più coniugi scoprono la voglia di sperimentare dopo anni di matrimonio. In migliaia si rivolgono alla Rete per avventure senza distinzione di sesso

Roma, 11 luglio 2013 – Sono 15mila gli italiani che cercano un tradimento online con un partner dello stesso sesso. E sono soprattutto le mogli, ben due su dieci, a tradire il proprio uomo con un’altra donna. Spesso non si tratta di vere e proprie scappatelle ma di semplice curiosità di allargare i propri orizzonti sessuali senza nessuna preclusione per esperienze con persone dello stesso sesso.

E’ quanto emerge da un sondaggio condotto da AshleyMadison.com, il social network dell’extra-coniugale, che mostra come la percentuale di tradimenti gay, bisex e bi-curious tra i suoi iscritti sia in continua crescita.

A confermare il dato, una ricerca della Boise State University. Lo studio, condotto su un gruppo di 484 donne eterosessuali, ha evidenziato che il 60% si dice sessualmente attratto da altre donne, il 45% dichiara di aver baciato una donna e il 50% ha fantasie sessuali che coinvolgono esponenti dello stesso sesso. Le donne, secondo la professoressa Elizabeth Morgan che ha condotto lo studio, sarebbero più aperte a sperimentare l’intimità.

Tra gli utenti di AshleyMadison.com, infatti, sono le donne a ricercare con più frequenza una relazione extraconiugale “bi-curious”. Quasi il 20% delle iscritte al sito è in cerca di altre donne, molte si concedono ad amanti dello stesso sesso per soddisfare le proprie fantasie o scoprire nuove emozioni, anche al di là del proprio orientamento sessuale. “Mi sono sposata giovane, a quei tempi non avevo ben chiaro il mio orientamento sessuale – racconta Lucia B., un’utente quarantenne – Dopo vent’anni di matrimonio e due figli, ho provato quasi per gioco con una collega, l’ho raccontato a mio marito e ci siamo concessi di esplorare nuovi territori. Insieme o da soli”.

Mentre l’Italia manifesta il proprio scetticismo nei confronti delle nozze gay, inizia a farsi strada il fenomeno dei tradimenti omosessuali nelle coppie etero. Il dato che colpisce maggiormente riguarda proprio gli uomini. Nonostante siano più restii a confessare l’avventura con un altro uomo, la percentuale maggiore di mariti in cerca di uomini si concentra a Roma.

Al Vaticano spetta infatti il primato, con l’85% dei traditori gay romani che si concentra nelle zone limitrofe alla Santa Sede. E’ Venezia, invece, la capitale delle “mogli in cerca di donne” con il 6,3% del totale (seguono Udine con il 5,9% e Bari con il 5,2%).

La realtà dei tradimenti con persone dello stesso sesso nelle coppie etero è un fenomeno molto complesso. Alcuni sono dichiaratamente bisex, altri solo ‘curiosi’. Esiste anche una percentuale di ‘gay segreti’ – spiega Noel Biderman, Presidente e Fondatore di Ashleymadison.com – La forte influenza cattolica concorre a viziare la percezione stessa dell’omosessualità e spesso ha contribuito a condizionare quanti hanno scelto di vivere una bugia piuttosto che accettare la propria identità sessuale. Un chiaro esempio dell’ipocrisia con cui viene giudicata la diversità in certi contesti sono i recenti scandali che hanno animato le cronache internazionali portando alla luce l’ambiguità che si insinua anche tra le mura vaticane. Perchè trincerarsi dietro una cultura perbenista invece di accettare se stessi serenamente?”

L’Italia si conferma ancora una volta il “Paese dei paradossi”: in un momento in cui persone dello stesso sesso fremono perchè il loro amore possa essere riconosciuto dal vincolo nuziale, esistono mariti e mogli che si sperimentano omosessuali dopo anni di matrimonio “legale”.

Fonte spencerandlewis.com foto scrivimidamore.blogspot.it

Pubblica un commento