Prete muore dopo essere stato penetrato da un cavallo. La bufala corre sul web

Home » Intrattenimento » Prete muore dopo essere stato penetrato da un cavallo. La bufala corre sul web

Di admin il 20 Dicembre 2011. 1 Commento

La notizia è di quelle ghiotte e, in poche ore, fa il giro del web. Ma è una bufala.

Ecco la notizia apparsa su numerosi siti web, senza alcuna verifica delle fonti:

Cavallo con erezione e "ragazzo pronto"

Washington – il prete Gerald Pointer (48) in una stalla di Seattle (USA) si faceva possedere da uno stallone. Il religioso ha riportato lesioni all’intestino crasso, morendo per le conseguenze.
Il religioso si faceva filmare, durante il suo rapporto sessuale con l’animale, dal camionista James Tait (54). L’uomo dovrà ora pagare 5.000 dollari di multa. Il sesso con animali nello Stato Federale di Washington non è proibito.

In realtà la storia risale al 2005, “the Enumclaw horse sex case”, quando Kenneth Pinyan, un ingegniere aeronautico americano residente a Gig Harbor, morì dopo essersi fatto penetrare da uno stallone in una fattoria nella zona di Washington, vicino alla città di Enumclaw. Pinyan non era nuovo a questo genere di “attività”. Già in passato aveva ripreso sè stesso in analoghe scene di sesso con un cavallo e aveva distribuito i video sotto lo pseudonimo di Mr. Hands. Durante il rapporto sessuale del 2005, ripreso da un amico, qualcosa andò storto o forse il cavallo era davvero troppo dotato e si ritrovò con il colon perforato. Morì ancora prima di arrivare in ospedale. La storia venne riportata sul Seattle Times e fu una delle notizie più lette del 2005. La storia fu in seguito indicata come la “Enumclaw horse sex case”. In seguito al fatto, lo stato di Washington approvò una legge contro il sesso con animali ma anche contro le riprese video di tali atti. Legge tutt’ora in vigore.
Nel 2007 un documentario raccontò questa drammatica storia e, sotto il nome di “Zoo”, venne presentato al Sundance Film Festival e fu una delle 16 pellicole premiate.
Oltre alla storia in sè, c’è un altro dato della realtà che è stato utilizzato nella bufala di questi giorni: l’amico che riprese il rapporto sessuale mortale si chiamava Michael Tait, cognome che ritorna nelle cronache di questi giorni ma con il nome di James.

Brutta vicenda ma che, per una volta, non vede come attore protagonista un membro della Chiesa cattolica già sommersa da scandali sessuali di ogni tipo.

Attenti al web ed alle sue bufale, in questo periodo ne corrono tante ma, almeno le testate giornalistiche dovrebbero verificare le fonti prima di pubblicare questo genere di notizie.

Fonti: express-news.it, wikipedia, altri siti web

One Response to Prete muore dopo essere stato penetrato da un cavallo. La bufala corre sul web

  1. gigi   14 Marzo 2012 a 12:10

    Il prete che fa sesso con il cavallo era una bufala, come tante altre sui preti. Oltretutto quale prete? In America ci sono un sacco di svitati che si fanno la loro chiesa e si dicono preti! La tragedia è vedere quanta gente ci ha creduto. Che popolo di boccaloni!

    Rispondi

Pubblica un commento