Più di 100 studenti partecipano al concorso “Sardegna Pride: Diritti Amore Rispetto”

Home » News » News Sardegna » Più di 100 studenti partecipano al concorso “Sardegna Pride: Diritti Amore Rispetto”

Di admin il 9 Giugno 2017. Nessun commento

Un momento della premiazione

Un momento della premiazione

Giovedì 8 Giugno, presso la sala Angioy della provincia di Sassari, si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso sul Sardegna Pride “Diritti-Amore-Rispetto”. Cinque le scuole partecipanti: Liceo artistico di Alghero, Liceo artistico di Sassari, Istituto Comprensivo 1 e 3 di Alghero e l’Istituto Comprensivo di Ittiri. Le studentesse e gli studenti hanno partecipato con grande interesse, lasciando sgomenti persino le/gli organizzatori per il numero e la qualità delle opere pervenute nella sede del MOS, movimento omosessuale sardo. 93 le opere e più di 100 le e gli studenti coinvolti che, in alcuni casi, hanno lavorato in gruppo. Il liceo artistico di Alghero ha sbaragliato tutti con 4 menzioni speciali, che sono andate a Fabio Spirito, Claudio Atzeni, Kristian Silanos/ Matteo Campus, Fabio Candotti e la vincitrice del primo premio Nicol Costa con l’opera “Mi lego a chi voglio”.

Opera di Nicol Costa

Opera di Nicol Costa

Il Dirigente Antonio Uda, la professoressa Giai Fabiana e il professore Roberto Sanna, hanno accompagnato le ragazze e i ragazzi con grande soddisfazione ed entusiasmo sottolineando la grande vivacità creativa di ognuna/o di loro. Un’altra menzione speciale è andata al Liceo Artistico di Sassari all’alunno Giovanni Piga accompagnato dalle insegnanti Kety Gerano e Claudia Usai. Al Comprensivo 1 di Alghero è andato l’altro primo premio, una foto di Noelia Dedola che rappresenta una nuova famiglia in cammino che, a noi, piace pensare siano in cammino verso più diritti per tutte e tutti. Noelia è stata accompagnata dalle insegnanti Barbara Careddu e Sanna Maria Loredana che hanno seguito l’esecuzione degli elaborati. Per il Comprensivo di Ittiri ci sono state ben 4 menzioni speciali. Antonio Nieddu, Sara Scodino, Sara Dore e Francesca Virdis che, emozionatissimi, si sono avvicinati al tavolo della commissione per ritirare la pergamena accompagnati dalle insegnanti Anna Laura Tocco e Giulia Simula. Le due opere premiate saranno i futuri manifesti che anticiperanno la parata dell’8 luglio, mentre le opere scelte per le menzioni speciali verranno usate nella comunicazione del MOS dei prossimi mesi. La commissione esaminatrice, composta da Barbara Tetti presidentessa del MOS, Massimo Mele vice presidente MOS, Sonia Borsato insegnante di storia dell’arte dell’Accademia di Belle Arti di Sassari, Leonardo Boscani artista e Francesca Salaris artista, ha avuto non poche difficoltà nella scelta dei lavori da premiare ma tutte e tutti sono stati d’accordo nel complimentarsi per i lavori del primo concorso sul Sardegna Pride.

Opera di Noelia Dedola

Opera di Noelia Dedola

“Dispiace l’assenza dell’Accademia di Belle Arti di Sassari che avevamo coinvolto incontrando la dirigente, diversi docenti e persino i rappresentanti degli studenti” dice Massimo Mele. “Sembra quasi una cittadella fortificata separata dal contesto sociale” aggiunge Leonardo Boscani. Tutti i lavori saranno esposti dal 20 giugno al 10 luglio presso gli esercenti del centro di Sassari. Le attività che si sono rese disponibili ad ospitare la mostra sono: Urzati Corso V. Emanuele 50; KaosCorso V. Emanuele; Farmacia Pisano Corso V. Emanuele 78/A; Hotel Vittorio Emanuele; Bagella Corso V. Emanuele 20; Sieni – Corso 36; Capitta Corso V. Emanuele 66/71 C; La mia edicola Corso V. Emanuele; Bottegone Corso V. Emanuele 46; Libreria Dessì Largo Cavallotti; Toubab via Brigata Sassari 44; Artigianato sardo via Cavour; Giunti libreria via Cavour 16; Turondola via Torre Tonda 28

Pubblica un commento