“Non cancellerete il mio sorriso”. La risposta di Clément Grobotek all’aggressione omofoba. Video

Home » News » “Non cancellerete il mio sorriso”. La risposta di Clément Grobotek all’aggressione omofoba. Video

Di admin il 13 Novembre 2015. Nessun commento

Una coppia gay è stata violentemente attaccata Martedì notte da sei individui, all’uscita di una discoteca a Montpellier. Clément Grobotek, una delle due vittime, ha deciso di rispondere ai suoi aggressori su Facebook. Con la faccia gonfia ma sorridente denuncia la codardia dei suoi assalitori.

sorrisoLa scena è avvenuta a tarda notte di Martedì. Clément e il suo fidanzato Aaron avevano appena passato la serata a Villa Rouge, una delle più grandi discoteche di Montpellier. Andando via dal locale, due ragazzi sono stati insultati e pestati da sei individui. “Inutile descrivervi cosa si prova nel vedere il vostro fidanzato a terra con la testa insanguinata, incosciente, l’incomprensione che vi invade e l’impotenza”, scrive Clément Grobotek raccontando su Facebook quello che ha vissuto insieme ad Aaron Coffey. “Sei contro due, ma questo non è bastato – continua il ragazzo rivolgendosi agli aggressori – Oltre a essere intolleranti, siete dei vigliacchi”. Grobotek ha pubblicato una foto in cui sono evidenti i segni del pestaggio. “Potete colpirmi e colpirmi ancora – aggiunge – ma non toglierete mai questo sorriso dal mio viso, né mi impedirete di amare il mio compagno più di ogni altra cosa”. La sua immagine è stata condivisa da oltre 28mila persone, insieme a tanti messaggi di sostegno.
Ecco alcuni passaggi del suo sfogo su facebook: “Stasera, siamo stati insultati e picchiati da omofobi all’uscita di un gay club. Non posso spiegarvi la paura che si prova nel vedere il tuo fidanzato steso a terra sull’asfalto, con la testa sanguinante e senza conoscenza. Non capisci, questa sensazione ti pervade e ti assale, l’impossibilita’ di fare qualcosa. 6 CONTRO 2. Oltre ad essere intollerenti siete anche codardi! Ma sapete cosa? Sarete sempre deboli. Potete picchiarci ancora ed ancora, non ci toglierete il sorriso della faccia, e non smetterete di farmi amare il mio ragazzo al di sopra di ogni cosa. Forse siamo queer, finocchi, froci come dite voi, ma non attaccheremmo mai sei ragazzi contro due. Baci baci, cari omofobi.”

Fonte LaDepeche.fr

Pubblica un commento